Smartphone sicuri: qualche consiglio

Fin qui abbiamo parlato cwcowz5xgaeqpmxdi buone pratiche per la navigazione in tranquillità via tablet o computer, ma visto l’aumento esponenziale nel numero di smartphone, è ovvio che ci sono tante persone che navigano in maniera preferenziale dai loro telefoni: giovanissimi oppure professionisti sempre in movimento. In realtà il segmento demografico interessa poco, perché gli errori che si compiono sono più o meno sempre gli stessi.

Solo il PIN non basta

Per pigrizia molti telefonino-dipendenti si accontentano di proteggere il proprio smartphone con il codice PIN fornito dall’operatore telefonico. Male! Un secondo codice aumenta il livello di sicurezza, perché è quasi come avere una verifica personale in due tempi, come quella proposta da siti come Google o Twitter. Se il telefono è dotato del riconoscimento delle impronte digitali, meglio ancora!

L’antivirus anche su smartphone

I dispositivi con sistema operativo Android sono stati presi di mira anche di recente da virus creati proprio per quell’ambiente: esistono sistemi di protezione specifici per i telefoni che possono difendere in maniera efficace.

Farsi trovare… in caso di bisogno

L’iPhone ha un popolare sistema di rintracciamento in caso di smarrimento o furto: se lo si possiede, è meglio attivarlo. Altre marche di telefoni hanno degli equivalenti forniti dai produttori, oppure ci si può abbonare a sistemi simili creati da ditte famose, come la AVG che propone questo servizio insieme al proprio antivirus.

Bluetooth e Wi-Fi solo quando serve

Un numero sempre maggiore di persone subisce cyber-attacchi quando si fa tentare dalla proposta di navigare gratis risparmiando la preziosa banda mensile e appoggiandosi a linee Wi-Fi gratuite. Non tutte quelle che si vedono prive di lucchetto sono sicure, e alcuni malintenzionati sfruttano il bisogno di connessione per captare dati sensibili. Allo stesso modo sfruttano le antenne Bluetooth lasciate distrattamente accese. In entrambi i casi, meglio spegnere entrambe e usarle solo quando serve: quantomeno, si sarà risparmiata la batteria!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *