Le cautele nella navigazione

Uno studio del 2016 da parte della prestigiosa Stanford University ha registrato come la maggior parte degli utenti che navigano in internet non sia in grado di distinguere cona-man-surfs-the-internet-in-beijing-on-j-88492117-56333b1b297ddtenuti pubblicitari da testi o immagini che servono a informare.

Questo vuol dire che nonostante la tecnologia che ci circonda non siamo capaci di proteggerci, in potenza: se non riconosciamo il canto delle sirene virtuali come tale non è allora sorprendente se clicchiamo su link che in realtà celano operazioni di phishing, crediamo alle email dei principi nigeriani o ci troviamo la casella di posta invasa da spam o virus. Come proteggersi? Cominciando dalle regole fondamentali!

Non comunicare dati sensibili per email o altro

Nessuna banca, nemmeno se online, chiederà mai per conferma o per sicurezza i dati di un conto, della carta di credito, dettagli personali o altro del genere. Questi dati sono già in loro possesso, e in caso di necessità questo tipo di operazioni viene fatto di persona, previo appuntamento. Mai per email, né tantomeno via Whatsapp, Telegram, Skype e così via.

Dotarsi di un AdBlocker

Sono miniprogrammi che possono migliorare la funzionalità dei browser con cui si naviga, e quindi scaricabili attraverso di essi. Ne esistono di varie “marche” e modelli, più o meno potenti, compatibili con Chrome, Opera, Safari e altri ancora: quello che fanno è bloccare le fastidiose pubblicità, spesso pop-up e quindi molto invasive, dal comparire sullo schermo del computer.

Mai senza antivirus

Anche in ambiente Mac ormai certi virus riescono a far danni, a cominciare dalla possibilità di infettare l’intero elenco dei contatti. Per cui è bene utilizzare un antivirus. Per l’uso privato ne esistono di ottimi che sono gratuiti: non averlo, quindi, è solo una vittoria della pigrizia. Possono anche essere settati per comportarsi in maniera specifica a seconda delle abitudini di utilizzo del computer sul quale si lavora o si naviga.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *