Questo sito è inteso come un mezzo per approfondire i rischi derivanti da un uso superficiale della rete. Non serve avventurarsi nel Dark Web per essere esposti a danni potenziali al proprio computer o telefono, con ricadute sulla vita di tutti i giorni (phishing e hacking non riguardano e interessano solo John Podesta, Hillary Clinton o i vertici di WikiLeaks): a molti è successo di trovarsi la carta clonata, il pc bloccato o non più funzionante in maniera ottimale solo per aver visitato siti o cliccato link sospetti. Non essere la prossima vittima è importante, e si evita questo scenario solo educandosi.

Ransomware, malware e brute force sono termini che devono entrare nel lessico di ogni persona che naviga su internet e ha un dispositivo connesso al world wide web.

L’intenzione è di presentare, con questa serie di articoli, dei consigli di buon senso e degli strumenti gratuiti o comunque dal costo molto contenuto che aiutino a difendersi e a navigare in maniera più consapevole e matura, contemporaneamente fornendo delle difese che possano essere di aiuto nel caso in cui una rete domestica sia utilizzata anche da minori o bambini, oppure al contrario da anziani che vogliono usare Internet in sicurezza senza essere confusi o addirittura truffati online. Se la supervisione umana non è sempre possibile, i moderni tablet o laptop possono essere al fianco di chiunque per aiutare a mantenere la guardia sempre alta: con funzioni dello stesso sistema operativo oppure sfruttando software di terze parti che si integrino ad esso.

Dagli antivirus ai manager per le password, dagli adblock alle buone abitudini di navigazione, questi tutorial sono intesi per un pubblico generalista che se lo vorrà potrà approfondire gli stessi argomenti su altri siti, in ultimo migliorando la propria personale competenza e il proprio bagaglio di nozioni.